Blog Giovanisì - Il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani

Mobilità all'estero, Tirocini

Accoglienza migranti, borse di studio all’estero per giovani toscani

Pubblicato da giovanisi il 26 gennaio 2018

F868953F-C630-487D-A87D-061A29FC1CE9Aperto fino al prossimo 31 gennaio “INTEGR8”,  progetto realizzato da FormAzione Co&So Network in partenariato con CesvotReattiva e Confcooperative Toscana, nell’ambito del programma Erasmus+,  destinato ai giovani toscani appena usciti dagli Istituti Tecnici e Professionali del settore dei Servizi Sociali e Socio-sanitari e dei Licei delle Scienze Umane.

Attraverso il progetto verranno erogate 60 borse di studio che finanzieranno tre mesi di tirocinio formativo in Spagna, Germania, Malta e Regno Unito. I partecipanti avranno così la possibilità di acquisire e migliorare le competenze professionali necessarie a lavorare con i richiedenti asilo e le persone sotto protezione umanitaria e migliorare le conoscenze linguistiche. Un’esperienza umana e formativa fondamentale per i ragazzi toscani che decidono di lavorare in questo settore.

 Possono candidarsi

  • Tutti i diplomati dell’anno 2017 degli Istituti Tecnici e Professionali del settore dei Servizi Sociali e Socio- sanitari e dei Licei delle Scienze Umane dislocati sul territorio della Regione Toscana;
  • Tutti i diplomandi dell’anno 2018 degli Istituti Tecnici e Professionali del settore dei Servizi Sociali e Socio- sanitari e dei Licei delle Scienze Umane dislocati sul territorio della Regione Toscana.

 I tirocini formativi riguardano i seguenti servizi:

  • Accoglienza migranti e mediazione linguistico-culturale;
  • Prevenzione e contrasto dell’esclusione e della marginalità sociale dei migranti;
  • Riduzione del danno e riduzione dei rischi per i migranti;
  • Gestione di centri per l’infanzia e/o per l’adolescenza che accolgono figli di migranti

 I Servizi finanziati dal contributo

  • Viaggio di andata e ritorno e alloggio,
  • Assicurazione contro rischi ed infortuni e Responsabilità Civile contro Terzi (RCT);
  • Assistenza organizzativa all’estero da parte dei partner transnazionali del progetto;
  • Tutoraggio, grazie alla presenza di un referente (tutor) a di sposizione dei partecipanti nel Paese estero di destinazione;
  • Corso di lingua online OLS (Online Language Support);
  • Placement presso imprese ed organizzazioni nel Paese di destinazione;
  • Implementazione ECVET, ovvero messa in trasparenza delle competenze tecnico-professionali acquisite dai partecipanti durante il tirocinio formativo;
  • Certificazione Europass Mobility, che verrà rilasciata a conclusione del progetto.

Inoltre, sarà erogato a ciascun partecipante e a cura del partner di accoglienza un contributo forfetario e una tantum, per le spese di vitto e trasporti locali, dell’ammontare di € 600. L’erogazione del contributo avverrà secondo i tempi e le modalità che verranno indicate nel contratto per l’assegnazione della mobilità.

Per partecipare:
I candidati dovranno mandare tutta la documentazione richiesta, secondo le modalità previste dal bando entro e non oltre il 31 gennaio 2018

 Per maggiori informazioni

 

Fonte: www.cesvot.it

 

Pubblicato il 26 gennaio 2018

Lascia un commento