Blog Giovanisì - Il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani

Studio e formazione

Borsa di studio Trendhim per giovani talenti dell’e-commerce

Pubblicato da georgianarusu il 13 aprile 2018

team lavoroTrendhim è un e-commerce danese che vuole sostenere i giovani talenti che vogliono perseguire una carriera nel mondo dell’e-commerce offrendo loro una borsa di studio dal valore di 2000€.

Requisiti principali
Per poter essere eleggibile il percorso studi dello studente deve essere collegato in qualche modo a:
– marketing e vendite
– moda e design
– informatica

La borsa di studio non è disponibile solo per studenti universitari ma anche per liceali e dottorandi. Per fare domanda per la borsa di studio non c’è alcun limite di età.

Cosa copre la borsa di studio?

La borsa di studio copre i costi legati a studi o progetti in campo e-commerce come ad esempio spese di viaggio, conferenze, pasti o anche solo la frequenza scolastica. L’azienda inoltre vorrebbe ricevere un riscontro su quanto è stato utile l’aiuto economico fornito agli studenti.

Scadenza
Si può fare domanda per la borsa di studio fino al 1° novembre 2018. Inoltre, la borsa di studio ha una ricorrenza annuale.

Come fare la domanda?
Devi inviare un documento a csr@trendhim.com nel quale ti presenti, inserendo i dati necessari per poter essere contattato: nome e cognome, indirizzo e numero di telefono. Devi specificare anche il tuo percorso studi e indicare le possibili spese che la borsa di studio coprirà.

Premio e-commerce da 3000 euro
Trendhim ha deciso di offrire agli studenti anche l’opportunità di mettersi alla prova e offre un premio di 3000 €. Per poter vincere questo premio lo studente deve avere un forte interesse per il mondo dell’e-commerce.

Trendhim è un’azienda nata nel 2007 grazie al duro lavoro di 3 ragazzi danesi che una volta finti gli studi superiori hanno deciso di aprire un’azienda propria. I primi anni sono stati duri e hanno imparato moltissimo sperimentando e sbagliando. L’azienda punta tantissimo sui giovani e crede nella loro crescita e nel loro sviluppo, infatti circa il 25% dei loro dipendenti sono studenti universitari part-time e studenti liceali.

 

Pubblicato il 13 aprile 2018

Lascia un commento